10 metriche da tracciare per il successo del tuo eCommerce

kpis

Se sei il proprietario di un eCommerce devi assolutamente tenere sotto controllo le performance del tuo business, solo così potrai fare tutte quelle scelte che ti permetteranno di fatturare di più e raggiungere i tuoi obiettivi. Avere uno shop online e portarlo avanti senza analizzarne le performance è come continuare a nuotare sott’acqua ad occhi chiusi e senza una meta precisa.

Nessun eCommerce può crescere, e sopravvivere, in un’industria così competitiva senza fare analisi e confrontare la produttività e il progresso del proprio business nel lungo periodo. Con la possibilità di accedere a quantità di dati illimitati, le metriche giocano un ruolo fondamentale nella sopravvivenza di un eCommerce. Prima di andare direttamente al sodo e parlarti di tutte quelle metriche che potrebbero migliorare le performance del tuo eCommerce, bisogna avere ben chiari i significati di alcuni termini, quindi: cosa sono le metriche? Perché alcuni le chiamano KPI? Sono davvero la stessa cosa?

Cosa sono le Metriche di un eCommerce?

Il termine “metriche”, in ambito eCommerce, è usato per misurare l’efficienza di un qualsiasi business online. Questo termine include il calcolo di alcuni parametri come il totale dei ricavi, il costo medio d’acquisizione, il tasso di restituzione di un prodotto e di fidelizzazione dei clienti. La lista di tutti i parametri fondamentali di un eCommerce è piuttosto lunga, per questo ne parleremo nei paragrafi seguenti trattandola per sezioni.

Cosa sono le KPI?

Il termine KPI sta per key performance indicators, una cifra calcolabile che stima l’efficacia di un’organizzazione e il progresso verso gli obiettivi raggiungibili.

Le KPI permettono di stabilire il focus per un miglioramento che sia strategico e operativo allo stesso tempo: rendono possibile la creazione di fondamenta analitiche sulle quali basare le decisioni e contribuiscono a focalizzare l’attenzione su ciò che conta maggiormente.

La differenza tra le metriche e le KPI

Le metriche e le KPI vengono spesso confuse tra loro, per questo vanno sottolineate le seguenti differenze:

  • Le metriche tracciano semplicemente lo stato di uno specifico processo di business, mentre le KPI sono dei valori, diversi e misurabili, che mostrano l’efficacia nel raggiungimento di un obiettivo.
  • Ogni KPI è una metrica, ma non tutte le metriche sono KPI
  • Le metriche stimano un processo, mentre le KPI stimano le performance di quei processi
Quali metriche vanno tenute sotto controllo?

Probabilmente sei ancora da poco in questo mondo e per questo non sai molto riguardo al tracking dei dati riguardanti il tuo eCommerce: questa lacuna potrebbe farti perdere dei dati fondamentali in merito alle tue performance.

Per un eCommerce è necessario avere a portata di mano tutta una serie di metriche sulle quali concentrarsi se si vogliono ottenere più vendite e, di conseguenza, ricavi.

1. Engagement

Il tasso di engagement è una metrica usata per misurare il livello di interazione generato dai contenuti o da una campagna. Può essere considerato anche come il livello di interazione con i followers, generato da contenuti creati da un utente. Le componenti principali che influenzano l’engagement includono i commenti, le condivisioni, i mi piace e molto altro. È una metrica molto usata nell’analisi dei social media e nell’analisi del livello di competitività di una strategia di marketing.

L’engagement è fondamentale per valutare le campagne pubblicitarie di tutti i social media ( Facebook, Instagram, Twitter ecc). È importate tenere sotto controllo anche il feedback che si riceve dai consumatori perché potrebbero fornire degli spunti interessanti per migliorare le performance del tuo store.

La formula dell’Engagement Rate
Engagement Rate = Engagement Totale/Totale di Followers x 100

2. Email CTR

Il CTR, la percentuale di click, di un’email è una metrica calcolata in base al numero di destinatari che hanno cliccato su almeno un link, ovvero sulla CTA contenuta all’interno di una campagna di email marketing.

Questo dato ti aiuta a tenere sotto controllo l’engagement relativo all’email marketing. Diversamente dal tasso di apertura di un’email, il CTR analizza l’attività di chiunque abbia ricevuto l’email nella sua casella postale, così da dare una panoramica più precisa sulla percentuale di pubblico interessata ai tuoi contenuti in un determinato periodo di tempo.

Per un impatto positivo su questi dati, cerca di creare email che siano ben pensate e ben realizzate, con una call-to-action forte e accattivante, che ti permetta di stupire i lettori.

La formula dell’Email CTR
Email CTR = % di click / % di email consegnate x 100

3. Costo per Acquisizione (CPA)

Il costo per acquisizione è una metrica molto importante per un eCommerce che valuta il costo totale per acquisire un cliente pagante tramite una campagna.

È usato per misurare in modo diretto l’impatto di una campagna di marketing sui ricavi. Il CPA fornisce una stima di quanto ti stiano costando i nuovi clienti, permettendoti di determinare la strategia giusta da attuare.

Puoi migliorare il CPA segmentando le tue campagne per targettizzare i clienti che rispondono alle inserzioni nel modo migliore e che quindi ti aiuteranno a spingere al massimo le interazioni con le tue call-to-action.

La formula del CPA
CPA = % costo totale speso per una campagna / % nuovi clienti acquisiti dalla stessa campagna

4. Acquisizione di traffico organico

L’acquisizione di traffico organico si riferisce alla metrica che misura quanti dei tuoi visitatori raggiungono il sito in modo organico, dato solitamente disponibile su tutte le piattaforme di analytics.

A differenza del traffico a pagamento, generato da Ads pagate, il traffico organico è generato dalle visite ottenute dalla presenza del sito nei risultati dei motori di ricerca come Google, Yahoo o Bing. Il modo più semplice per migliorare il traffico organico è quello di pubblicare dei contenuti rilevanti sul tuo blog in modo regolare.

5. Reach Rate

Il Reach Rate è una metrica che misura il numero totale di persone che hanno visto un post del tuo brand. Potresti pensare che ogni volta che una persona vede un tuo post potrebbe essere contato nuovamente all’interno dei dati raccolti, ma purtroppo non è così che funziona.

Se la stessa persona vede un tuo post 5 volte, verrà contato come 5 impressions, ma contata come 1 in termini di reach. Questo la rende una metrica essenziale per stimare quante persone stanno vedendo i tuoi post.

La formula del Reach Rate
Reach Rate = il totale di reach di un post/ il numero totale di followers

6. Abbandono del carrello

Il tasso di abbandono del carrello è la metrica di un eCommerce che valuta la percentuale di utenti che aggiungono prodotti al carrello, ma che lasciano il sito prima di portare a termine l’acquisto.

Questa metrica mostra il tasso di potenziali clienti interessati che lasciano il sito senza comprare nulla, confrontato con il numero totale di carrelli generato. Il tasso di abbandono del carrello è una metrica veramente cruciale per un eCommerce. Un tasso alto di abbandono potrebbe significare una user experience problematica o una falla nel funnel di vendita. Questa metrica può, inoltre, aiutare a capire meglio le abitudini di acquisto dei propri visitatori e clienti.

Diminuire il tasso di abbandono dei carrelli porta immediatamente ad un aumento delle vendite e dei ricavi, concentrarsi sul miglioramento del flusso di check-out è quindi vitale per qualsiasi shop online.

La formula del tasso di abbandono del carrello
Tasso di abbandono del carrello = ( 1- { numero totale di acquisti completati / numero totale di carrelli creati} x 100

7. Tasso di micro-macro conversioni

Il tasso di micro conversione è la metrica di un eCommerce che si riferisce a livelli di engagement di piccola entità, come l’iscrizione a una newsletter o alla visualizzazione di un video. Dall’altra parte, il tasso di macro conversione è la conversione principale su un sito web, come il completamento di un acquisto su un eCommerce o aver riempito un form.

Le micro conversioni sono attività che guidano gli utenti verso obiettivi maggiori, come per l’appunto, le macro conversioni. Le macro conversioni sono definite solitamente come website goals, dato che hanno a che fare con l’obiettivo finale di un sito; una macro conversione è completata di norma tramite una transazione d’acquisto, mentre una micro conversione è un’attività completata, come una semplice iscrizione.

8. Valore medio di un ordine (AOV)

Il valore medio di un ordine è una metrica che misura la cifra media spesa da un cliente in una singola transazione. A differenza del tasso di conversione, comunica quanti dei tuoi visitatori finiscono per fare un acquisto sul sito; l’AOV ti informa della quantità di ricavi generata da ognuno di questi acquisti.

L’AOV è una metrica critica per qualsiasi business che abbia bisogno di un riscontro in termini di dati, essenziale per avere una traccia concreta delle abitudini di acquisto dei propri clienti, da poter sfruttare per la propria crescita.

La formula del tasso del Valore medio di un ordine
Valore medio di un ordine = Ricavi/ Numero di ordini

9. Tasso di conversione delle vendite

La metrica riguardante il tasso di conversione delle vendite valuta la capacità del tuo team vendite di convertire i visitatori in nuovi clienti. È una metrica cruciale per team vendite, ma anche per il marketing: useranno questo dato per stabilire la qualità dei leads. Far crescere il tuo tasso di conversione è fondamentale per aumentare le vendite.

La formula del tasso di conversione delle vendite
Tasso di conversione delle vendite = (Numero di conversioni / Numero di click) / 100

10. Tasso di Customer Retention 

Il tasso di customer retention, riguardante la fidelizzazione dei clienti, è una metrica che misura la percentuale di clienti che il brand ha fidelizzato lungo un determinato periodo di tempo.

L’importanza del Customer retention rate, come metrica, cambia a seconda dell’industria alla quale lo si applica: per business che forniscono servizi o che vendono software la customer retention è un elemento cruciale che influisce pesantemente sulla redditività.

Può essere anche definito come i passi che vengono fatti per registrare e, in seguito, rivelare quanto un determinato business stia fidelizzando i propri clienti e di conseguenza, aumentando i ricavi. Per massimizzare la customer retention è essenziale capire a fondo le abitudini di acquisto dei propri clienti.

La formula del tasso di Customer Retention
Tasso di Customer Retention = (numero di clienti alla fine di un determinato periodo – numero di nuovi clienti acquisiti nello stesso periodo) / numero di clienti all’inizio di quel periodo) x 100

CONCLUSIONI

Ora che finalmente conosci quali sono le metriche del tuo eCommerce che devi assolutamente tenere sotto controllo, puoi cominciare ad analizzare e a strutturare le tue strategie di business per risolvere quei problemi che richiedono un’azione immediata.

Con tutte le informazioni raccolte tramite le metriche, potrai portare avanti in modo semplice un eCommerce supportato da dati le cui campagne sono ideate e controllate, e che puntano a un obiettivo specifico.

Se vuoi approfondire l’argomento o hai bisogno di consigli specifici sul tuo eCommerce scrivici subito, verrai ricontattato il prima possibile da un nostro eCommerce Specialist per una consulenza personalizzata.

Articoli correlati

Scrivi un commento

🎁 ASPETTA! 🎁
C’è un eBook GRATIS per te!

Ricevi l’eBook in regalo per aumentare le vendite durante il BlackFriday!

Dati inseriti correttamente. A breve riceverai l'eBook via mail!

Close Window