I trend del 2018 per il pianeta ecommerce

trend-di-mercato

Negli USA li chiamano trending products ecommerce e sono quei prodotti o servizi che andranno per la maggiore nel mercato dello shopping on line nei mesi a venire. E poi ci sono i semplici trend on line dei clienti che potrebbero orientare le scelte in un senso o in un altro,  l’ acquisto digitale. Non si tratta di banali previsioni ma di osservazioni di tendenze di acquisto basate su studi di settore molto qualificati e su strumenti digitali affidabili, come Google Trends. Il fortunato tool gratuito lanciato dal motore di ricerca BigG, infatti, aiuta a scoprire anche le tendenze stagionali del mercato interrogando le parole chiave cercate dagli utenti nel motore di ricerca; una vera manna per chi si occupa di shopping on line.

Prodotti che acquisteremo on line: cosa dicono gli osservatori esteri

Secondo la piattaforma di ecommerce Shopify, per esempio, l’ecommerce 2018 avrà successo se punterà su 10 prodotti che già da qualche tempo iniziano a riscuotere il favore dei clienti digitali.

Al primo posto della classifica troviamo un capo femminile a metà tra la lingerie e un indumento di comfort; si tratta dell’intimo contenitivo (shapewear) che consente  di modellare e persino scolpire la figura femminile. Lo shapewear è tornato di gran moda, complice anche la ricerca sulle nuove fibre che consentono elastica comodità e il sostegno delle forme. Le ricerche di mercato  assicurano, tra il 2014 e il 2022, un reach globale di circa 5.576 milioni di dollari proprio sul fronte della compression wear .

Al secondo posto ci sono invece gli accessori per cellulari (cover, astucci, cristalli salvaschermo, kit auricolari ecc),  seguiti dai capi moda per il fitness, dai vestiti per le mamme in attesa, dalle lampade effetto fiamma (lamp flames), dagli orologi minimalisti, dagli zaini, dai proiettori portatili al LED, per finire con la mascherine da notte (o da aereo, per proteggersi dalla luce) e dai pennelli per il make up.

Comprare on line, tra ricerche vocali e opportunità cinesi

L’Huffington Post, invece, mette al primo post del trend 2018 un orientamento nell’ottica della navigazione in Rete più che un vero e proprio oggetto: gli assistenti vocali integrati negli smartphone, infatti, sarebbero già molto usati dai millennials per ricercare sul web gli acquisti on line. Un trend che dovrebbe superare il 50% entro il 2020. Cosa dovrebbero fare gli eshop per beneficiare di questa tendenza? “Gli esperti consigliano di ottimizzare le schede di Google My Business, per garantire che le pagine locali abbiano URL univoci e siano indicizzate. Ciò include il tuo nome, indirizzo, numeri di telefono e altri dati rilevanti nel contenuto on-page” dell’ecommerce.

Nell’ottica dell’ecommerce marketing, invece, i trend da osservare per il 2018 riguardano soprattutto la Cina. “Nel 2016, la Cina ha superato gli Stati Uniti come miglior mercato di e-commerce al mondo. – si legge nel blog specializzato Divvit– Tuttavia, alla fine del 2016 c’era incertezza a proposito delle nuove leggi fiscali che il governo cinese stava attuando sulle importazioni di e-commerce straniere. (…) Tra oggi e il 2019, il mercato dell’e-commerce cinese dovrebbe raddoppiare. Con una tale crescita esponenziale, prendere di mira il mercato cinese sarà uno dei modi migliori per mettersi in una posizione strategica”.

Cosa fare allora? Il blog italiano di Ninja Academy suggerisce di investire sul mobile, visto che il 95% dei cinesi naviga sul telefonino,  di posizionarsi sul motore di ricerca più usato in Cina, e  cioè Baidu, e di non “prescindere da WeChat, Renren e Weibo per una strategia social media”.

La prestigiosa rivista Forbes, infine, assicura che nel 2018 l’ecommerce sarà più importante che mai.  “Non è mai stato più semplice lanciare il tuo negozio online, trovare un prodotto da vendere o avviare una campagna pubblicitaria. Nel prossimo futuro vedremo anche altri aspiranti imprenditori irrompere nel mondo dell’ecommerce, che potrebbe non aver avuto i mezzi per farlo in precedenza”.

Un settore ancora tutto da esplorare quello dell’ecommerce, dunque, che promette interessanti risvolti. Il 2018 potrebbe rivelarsi un’annata chiave per avviare uno shop on line o per potenziare un’attività già avviata. Scegliere una piattaforma specializzata in recensioni esterne ai siti significa potenziare la visibilità e la reputazione on line del proprio ecommerce anche solo registrandosi  gratuitamente.

E se vuoi saperne di più sulle strategie legate alla reputazione degli shop on line puoi scaricare gratuitamente  il nostro mini corso gratuito dal titolo “I 7 segreti per migliorare la reputazione del tuo ecommerce.

Articoli correlati

Scrivi un commento

🎁 ASPETTA! 🎁
C’è un eBook GRATIS per te!

Ricevi l’eBook in regalo per aumentare le vendite durante il BlackFriday!

Dati inseriti correttamente. A breve riceverai l'eBook via mail!

Close Window