Piattaforme ecommerce. Come scegliere quella che fa per voi

magento

Per avviare un ecommerce di successo è fondamentale scegliere la piattaforma migliore. Nel caso non abbiate già optato per una piattaforma proprietaria (quelle interamente progettate dalle web agency, croci e delizie di molti imprenditori), sappiate che in Italia le più utilizzate al momento sono le soluzioni open source Prestashop, Magento (ex EBay) , e la soluzione CMS WooCommerce (plugin di WordPress) , ma vale la pena anche prendere in considerazione le capacità di Shopify (modello SaaS, ossia Software as a service) che propone l’ecommerce sotto forma di servizio dietro pagamento mensile e che recentemente appare decisamente in rialzo anche in Italia. Per farvi un’idea osservate i risultati su Google Trends cliccando qui.

eShoppingAdvisor vuole aiutarvi a valutare le caratteristiche più importanti di queste note piattaforme per un primo fruttuoso approccio. Capirete subito che la scelta cambia a secondo del volume di affari e del budget a vostra disposizione. E ricordatevi che anche l’effettiva funzionalità del sito peserà molto sulle recensioni che riceverete dai clienti e dunque sulla vostra web reputation.

Prestashop

Piattaforma francese giudicata di semplice utilizzo, facile da personalizzare e piuttosto intuitiva per apportare eventuali modifiche. Ciò significa che il negoziante – di solito sono i medio piccoli eshop che si affidano a questa piattaforma- non ha bisogno di uno sviluppatore al suo fianco. Prestashop però non ha la capacità di sostenere un numero altissimo di prodotti (di solito può andar bene sino a circa un centinaio), ma in cambio offre risultati  immediati.

Magento

Non è un caso che i negozi on line che offrono una grande varietà di prodotti e che hanno un volume di affari medio-alto, si affidino a questa piattaforma che è la più diffusa negli Usa. Bisogna dotarsi di un server (e dunque tenere in considerazione eventuali costi di manutenzione),  e spesso di uno sviluppatore per inserire eventuali aggiornamenti, mentre l’autonomia del negoziante in termini di personalizzazione è totale. È considerato il preferito dai professionisti delle vendite.

WooCommerce

Di uso piuttosto semplice, “figlio” di WooThemes e dunque del pianeta WordPress, si tratta di un plugin gratuito. Molto interessante la possibilità di interagire con la community in caso di dubbi sul funzionamento. Grande scelta di temi ed estensioni e ovviamente, ottima funzionalità con i siti o i blog già avviati con WordPress.

Shopify

Il portale offre il servizio ecommerce con un account a pagamento (ci sono tre tipologie di abbonamento) ma invita ad un iniziale periodo di prova gratuito. Non necessita di un server in dotazione del cliente, né richiede ulteriori software. Il funzionamento è piuttosto semplice, altamente modulabile, e possiede un comodo calcolatore per le spese aziendali. Particolarmente indicato a chi punta sul proprio brand.

 Avete le idee più chiare? Sappiate anche che la piattaforma di eShoppingAdvisor è già integrata a Prestashop e molto presto lo sarà anche con Magento e WooCommerce. L’integrazione permetterà all’e-commerce, attraverso il plugin eShoppingAdvisor, di inviare in automatico, dopo ogni acquisto, l’email di invito al rilascio di una recensione e di posizionare sul proprio sito il badge con la valutazione media degli utenti.

Vuoi rimanere aggiornato sul mondo ecommerce? Registrati alla nostra piattaforma di recensioni certificate e sottoscrivi le nostre newsletter!

La reputazione degli shop on line è fondamentale per la riuscita del tuo e business: puoi scaricare ora e  GRATIS  il nostro mini corso gratuito dal titolo “I 7 segreti per migliorare la reputazione del tuo ecommerce.

Articoli correlati

Scrivi un commento

🎁 ASPETTA! 🎁
C’è un eBook GRATIS per te!

Ricevi l’eBook in regalo per aumentare le vendite durante il BlackFriday!

Dati inseriti correttamente. A breve riceverai l'eBook via mail!

Close Window